Terapia di coppia focalizzata sulle emozioni (EFT)

La terapia di coppia focalizzata sulle emozioni (EFT) è un approccio strutturato a breve o medio termine (tra le 12 e 20 sedute di solito) sviluppato negli anni '80 da Dr Leslie Greenberg e Dr Sue Johnson in nord America. È  un approccio che è stato sottoposto a ricerca e ha dato ottimi risultati, dimostrando che tra il 70-75% delle coppie in trattamento passano da uno stato di crisi a uno stato di benessere coniugale e che i progressi compiuti rimangono nel corso degli anni post-trattamento. 

 

È un approccio umanistico ed esperienziale basato sulla teoria dell'attaccamento e sui principi della teoria delle emozioni. È basato sul principio che le emozioni hanno intrinsecamente un potenziale adattivo che, se attivato, aiuta la coppia a superare stati emotivi ed esperienze negative.
Le emozioni sono associate ai nostri bisogni fondamentali e ci possono allertare in situazioni importanti per il nostro sviluppo e benessere. Ci possono anche guidare in queste situazioni significative verso la soddisfazione dei nostri bisogni. La teoria dell'attaccamento considera le emozioni come essenziali nell'esperienza soggettiva, sia in funzione adattativa che maladattiva, come pure nel percorso di cambiamento in terapia.

L'attaccamento è sostenuto dalla disponibilità e dalle risposte positive del partner o figura di attaccamento, dal coinvolgimento emotivo e dal contatto.
Quando la risposta viene percepita come incerta o assente, l'attaccamento diventa insicuro e i partner entrano in un ciclo di protesta, depressione o disperazione e distacco. Per questo le interazioni delle coppie in crisi sono spesso caratterizzate da cicli negativi dove un partner insegue o protesta mentre l'altro si allontana e si distacca. Queste interazioni si cementano presto in clicli disfunzionali che rimangono tali fino a quando non si identifica e si prende in considerazione il bisogno sottostante di un attaccamento sicuro.

Uno dei miei obiettivi principali è quindi quello di aiutare le coppie a identificare e capire le emozioni sottostanti che li tengono bloccati in queste posizioni rigide. Una volta identificate, facilito in seduta lo sviluppo di un nuovo modello d'interazione, che porta a sostituire l'emozione negativa reattiva con emozioni positive che segnalano il bisogno inerente all'attaccamento.


Trasformando emozione con emozione, cerco di supportare la coppia nell'esplorazione ed espressione delle emozioni che elicitano compassione e connessione, e che promuovono calma e rassicurazione, aiutando così i partner riconoscere i loro bisogni non corrisposti di attaccamento (quali per esempio il bisogno di conforto, vicinanza, accettazione).

Aiuto le coppie ad esplorare e ad identificare meglio le loro esperienze emotive, per poterle gestire meglio. Il cambiamento graduale che avviene nell'interazione della coppia è facilitato dalla presa di coscienza dell'emozione e della sua regolazione, riflessione e trasformazione che ha luogo nel contesto di una relazione in sintonia ed empatica. 

  © Mila Palma